info@confartigianato.ch.it

|

0871 330270

Per un’Europa a misura di MPMI: le proposte di Confartigianato ai candidati alle elezioni Ue

03/05/2024

L’8 e il 9 giugno i cittadini italiani sono chiamati ad eleggere il nuovo Parlamento europeo. Un appuntamento importante anche per il futuro dei 23,3 milioni di artigiani, micro, piccole e medie imprese che rappresentano il 99,8% del totale delle aziende europee, generano il 64,4% dei posti di lavoro e creano il 52,4% del valore aggiunto nell’UE.

Per Confartigianato è l’occasione per una svolta, un cambio di marcia che ponga i 4,4 milioni di piccole imprese italiane al centro dell’agenda politica ed economica europea e consenta loro di affrontare le grandi trasformazioni del mercato, di cogliere le opportunità delle transizioni ecologica e digitale, di contribuire alla costruzione di uno sviluppo sostenibile.

La Confederazione ha quindi predisposto il documento ‘Artigianato e MPMI volàno per le transizioni’ che contiene le proposte per un’Europa a misura di artigiani e piccole imprese.

Competitività, competenze, credito sono gli ambiti di azione nei quali Confartigianato ha declinato le priorità sulle quali sollecita l’impegno dei candidati italiani alle elezioni europee.

Tra i temi-chiave spiccano: la creazione di un ambiente favorevole ai piccoli imprenditori con regole chiare che consentano a tutte le aziende di competere alla pari; la qualificazione delle competenze necessarie a favorire l’occupabilità dei giovani, a fronteggiare le sfide dell’innovazione tecnologica e della sostenibilità, a garantire la continuità aziendale; l’accesso alle risorse per investire nello sviluppo.

Temi chiave che sono stati ripresi anche dal Manifesto per le Elezioni europee 2024 di SMEUnited (Associazione Europea che rappresenta l’artigianato e le PMI, e di cui Confartigianato è membro fondatore) che ha chiesto per la prossima legislatura di porre le Pmi al centro della politica di competitività dell’UE, di sostenere la formazione di manodopera qualificata e di promuovere un ambiente stabile e favorevole alle micro e PMI.

Priorità che sono state ribadite anche lo scorso 28 febbraio a Monaco di Baviera, in occasione della Fiera internazionale dell’artigianato.All’incontro i vertici delle più importanti Organizzazioni che rappresentano l’artigianato e le MPI in Europa hanno condiviso un documento congiunto per le elezioni europee del 2024, che costituirà la base comune per l’organizzazione a inizio 2025 della Conferenza Europea dell’Artigianato. L’evento permetterà, a pochi mesi dalle elezioni europee e dalla costituzione della nuova Commissione Europea prevista per novembre 2024, di sottolineare ancora una volta il ruolo centrale che l’artigianato svolge in Europa per garantire sviluppo economico e coesione sociale.


 Scarica il Documento ‘Artigianato e MPMI volàno per le transizioni’ (integrale)

 Scarica il Documento ‘Artigianato e MPMI volàno per le transizioni’ (sintesi)

 Scarica il Manifesto  ‘Artigianato e MPMI volàno per le transizioni’

News