info@confartigianato.ch.it

|

0871 330270

Nuove Imprese a tasso zero

18/12/2015

AGEVOLAZIONI PREVISTENuove Imprese a Tasso Zero è la versione “rinnovata” della misura Autoimprenditorialità (decreto legislativo 185/2000, Titolo I), modificata e aggiornata dal Ministero dello Sviluppo Economico con la Circolare del 9 ottobre 2015.
Le agevolazioni previste dalla presente misura assumono la forma di un finanziamento agevolato per gli investimenti, a un tasso pari a 0, della durata massima di otto anni e di importo non superiore al 75% della spesa ammissibile.
L’impresa beneficiaria deve garantire un contributo finanziario, attraverso risorse proprie ovvero mediante finanziamento esterno, pari al restante 25% delle spese ammissibili complessive.
Lo stanziamento iniziale è di 50 milioni di euro.
Le agevolazioni sono concesse ai sensi e nei limiti del regolamento de minimis.

BENEFICIARI DELLA MISURA
Possono beneficiare delle agevolazioni previste dalla misura “AUTOIMPRENDITORIALITA’” le imprese:
a) costituite in forma societaria, ivi incluse le società cooperative;
b) la cui compagine societaria è composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni ovvero da donne;
c) costituite da non più di dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
d) di micro e piccola dimensione.

La domanda può essere presentata anche da persone fisiche che si impegnano, in caso di ammissione a finanziamento, a costituire una nuova società.

INIZIATIVE OGGETTO DELLA MISURA
Sono agevolabili le iniziative che prevedono programmi di investimento non superiori a 1.500.000 euro, relativi:
a) alla produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;
b) alla fornitura di servizi, in qualsiasi settore;
c) al commercio e al turismo;
d) alle attività riconducibili anche a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti:

• la filiera turistico-culturale, intesa come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza;
• l’innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative.

I programmi di investimento devono essere realizzati entro ventiquattro mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle relative all’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:
a) suolo aziendale;
b) fabbricati, opere edili / murarie, comprese le ristrutturazioni;
c) macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica;
d) programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
e) brevetti, licenze e marchi;
f) formazione specialistica dei soci e dei dipendenti del soggetto beneficiario, funzionali alla realizzazione del progetto;
g) consulenze specialistiche.

DOMANDE
Le domande possono essere inviate a partire dal 13 gennaio 2016.

ASSISTENZA TECNICA
Per ottenere informazioni e assistenza per la predisposizione delle domande è possibile contattare la Dott.ssa Giovanna Di Tella tel. 0871/330270 mail: tributario@confartigianato.ch.it.

 

News