info@confartigianato.ch.it

|

0871 330270

Incentivi 4.0: vantaggi per investimenti entro novembre

06/03/2023

Con l’approvazione definitiva del Decreto Milleproroghe arrivano novità importanti anche per gli Incentivi 4.0, il credito d’imposta “Transizione 4.0” concesso per gli investimenti in beni strumentali tecnologicamente avanzati. Secondo quanto previsto dall’articolo 12 del provvedimento, il completamento degli investimenti per la fruizione del credito di imposta viene prorogato fino al 30 novembre 2023 a condizione che l’ordine dei beni strumentali sia stato accettato dal venditore entro la data del 31 dicembre 2022, con avvenuto pagamento di almeno il 20% del costo di acquisizione. La proroga prevede una rimodulazione del credito d’imposta per investimenti effettuati dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2025.

  • 20% per investimenti fino al 31 dicembre 2023 (o fino al 30 giugno 2024, se entro il 31 dicembre 2023 l’ordine risulti accettato e siano stati pagati acconti per il 20%);
  • 15% per investimenti fino al 31 dicembre 2024 (o fino al 30 giugno 2025, se entro il 31 dicembre 2024 l’ordine risulti accettato e siano stati pagati acconti per il 20%);
  • 10% per investimenti fino al 31 dicembre 2025 (o fino al 30 giugno 2026, se entro il 31 dicembre 2025 l’ordine risulti accettato e siano stati pagati acconti per il 20%).

Il credito d’imposta per i beni ordinati entro il 31 dicembre 2022 e consegnati entro il 30 novembre 2023, sarà concesso tenendo conto delle seguenti percentuali:

  • 40% per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro,
  • 20% per la quota di investimenti superiore a 2,5 milioni e fino a 10 milioni,
  • 10% per la quota di investimenti che eccede i 10 milioni e fino al limite massimo di 20 milioni.

Si tratta del termine lungo per gli investimenti in beni funzionali alla trasformazione tecnologica delle imprese secondo il modello Industria 4.0 (allegato A alla legge 232/2016), prenotati entro il 31 dicembre 2022. Rispettando la nuova scadenza, il credito d’imposta spetterà con importi più vantaggiosi previsti per il 2022. Le percentuali del bonus 4.0 scenderanno infatti, rispettivamente al 20, 10 e 5%, a partire dal 2023 e fino al 2025. Il credito d’imposta per investimenti effettuati dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2025 si configura secondo le seguenti percentuali:

  • 20% per investimenti fino al 31 dicembre 2023 (o fino al 30 giugno 2024, se entro il 31 dicembre 2023 l’ordine risulti accettato e siano stati pagati acconti per il 20%);
  • 15% per investimenti fino al 31 dicembre 2024 (o fino al 30 giugno 2025, se entro il 31 dicembre 2024 l’ordine risulti accettato e siano stati pagati acconti per il 20%);
  • 10% per investimenti fino al 31 dicembre 2025 (o fino al 30 giugno 2026, se entro il 31 dicembre 2025 l’ordine risulti accettato e siano stati pagati acconti per il 20%).

Per informazioni visita la pagina del MISE dedicata Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali (mise.gov.it)

News