info@confartigianato.ch.it

|

0871 330270

Email Marketing e digitalizzazione delle Pmi: la transizione digitale parte dal canale email

05/04/2022

Il 2021 è stato l’anno del cinquantesimo anniversario del canale email: un’occasione per fermarsi a fare un bilancio su utilizzo, efficacia e rilevanza di questo strumento soprattutto alla luce di un contesto, quello post-Covid, irrimediabilmente mutato.
Nonostante l’avvento di competitor più moderni e immediati come social media e app di messaggistica, l’email rimane un canale apprezzato sia dagli utenti che dalle aziende: secondo i dati della Data & Marketing Association, i consumatori ritengono l’email lo strumento di comunicazione preferito tra tutti per ricevere promozioni, comunicazioni su nuovi prodotti, fatture e conferme d’ordine dalle aziende. Queste ultime, invece, ne apprezzano sicuramente l’elevato ritorno sull’investimento medio (42 dollari per ogni dollaro speso), l’utilizzo massivo e l’alta copertura (con circa 4 miliardi di utenti nel 2021).

 

La digitalizzazione: un imperativo urgente, che passa per il canale email

La pandemia ha senz’altro alimentato in positivo le statistiche del canale email. L’emergenza Covid ha infatti introdotto un nuovo pubblico al mondo del digitale, instillando nuove abitudini sempre più digital-friendly nei consumatori. Il 75% di chi ha comprato da siti e-commerce, ad esempio, non lo aveva mai fatto prima della pandemia. E non si tratta di abitudini provvisorie, destinate a scomparire nel breve periodo: il 72-83% dei consumatori italiani non è disposto a rinunciare a queste nuove consuetudini.

Queste considerazioni portano tutte a un’unica conclusione: digitalizzarsi è ormai un imperativo urgente. Ma il semplice digitalizzarsi, ormai, non è più sufficiente: occorre farlo con consapevolezza, ricorrendo a strumenti avanzati ma al contempo accessibili da qualsiasi azienda.

Se infatti la digitalizzazione diventa una missione tanto urgente quanto comune, per continuare a essere competitivi sul mercato è indispensabile stare al passo con i tempi, con strategie non improvvisate, che vadano a integrare tutti i touchpoint digitali che un’azienda ha a disposizione: email, SMS, social network, sito o e-commerce e così via.

L’83% delle piccole e medie imprese italiane sta investendo gran parte del proprio budget nell’implementazione di nuove strategie digitali. I canali più utilizzati per questo obiettivo sono stati principalmente i Social Media (per il 77%) e l’Email Marketing (per il 68%). Più dell’80% è inoltre ben consapevole dell’importanza di una creazione di una strategia omnicanale personalizzata per soddisfare l’utente e il 50% sta investendo per affidarsi a piattaforme di Marketing Automation per raggiungere questo obiettivo.

 

Strumenti professionali e utilizzo consapevole del digitale per fare la differenza

Iniziare a prendere questa nuova direzione digitale non è possibile senza ricevere un aiuto: imprese che fino a ieri non sapevano nulla di digitale hanno bisogno non tanto di budget significativi, quanto più di formazione, conoscenze e strumenti automatici.

Tre fattori che di certo non mancano nell’offerta attuale: finanziamenti alle PMI come quelli previsti dal Piano Transizione 4.0 (che ammontano a circa 24 miliardi) italiano, la rete dei Digital Innovation Hub di Confartigianato per favorire l’innovazione digitale delle imprese, ma anche, entrando più nel vivo, risorse formative e strumenti di consulenza come quelli forniti da aziende portavoci del digitale in Italia come MailUp sono tutti aiuti a cui una qualsiasi piccola e media impresa italiana può fare ricorso.

Se finanziamenti e reti di sostegno sono presenti, sul fronte strumenti di marketing digitale il mercato italiano offre prodotti locali interessanti e flessibili (sia in termini di budget che di funzionalità disponibili), senza dover per forza rivolgersi al mercato estero: la già citata MailUp, con un’esperienza nella comunicazione digitale ventennale, offre ad esempio una piattaforma per creare, automatizzare e inviare campagne di marketing via Email e SMS che è senz’altro un ottimo aiuto per impostare una strategia digitale professionale. Proprio in queste settimane, inoltre, MailUp sta proponendo un’iniziativa interessante per la formazione digitale delle imprese: per tutte le aziende che attivano una prova gratuita della sua piattaforma, si avrà accesso gratuito a un corso di formazione completo per familiarizzare con lo strumento e imparare a muovere i primi passi sul digitale.

Iniziativa che combina quindi l’offerta di una soluzione tecnologica concreta con l’opportunità di acquisire conoscenze valide sul lungo periodo, senza dover investire somme elevate per corsi di comunicazione digitale spesso poco utili nelle attività di comunicazione quotidiane che un’azienda si trova a dover affrontare.

 

Per chiunque voglia approfittare subito della promozione di MailUp, il link per richiedere una prova gratuita della piattaforma e accedere gratis alla formazione è il seguente: CLICCA QUI.

News