info@confartigianato.ch.it

|

0871 330270

Confartigianato chiede di risolvere le problematiche legate all’agibilità dell’anfiteatro della Civitella per programmare eventi in largo anticipo

04/08/2015

Il parco archeologico della Civitella, vero gioiello della città, non ha ancora un’agibilità definitiva. Confartigianato non ci sta e chiede alla Soprintendenza ai beni archeologici di fare la sua parte.
“Se il problema è di natura economica ci mettiamo a disposizione fin da ora con la nostra struttura e con i nostri artigiani -afferma Daniele Giangiulli, direttore generale di Confartigianato Imprese Chieti– per superare le difficoltà legate all’agibilità dell’anfiteatro della Civitella che bloccano, in pratica, la programmazione di eventi all’aperto in grado di richiamare il grande pubblico.” Domenica è in scaletta il concerto de “Il Volo” mentre l’11 agosto alla Civitella sarà di scena il poliedrico artista Enrico Brignano. Manifestazioni già calendarizzate che, però, devono scontrarsi con le problematiche, annose, legate all’agibilità del parco archeologico della Civitella oggetto, negli anni scorsi, di diversi lavori finanziati con fondi pubblici.

“Ci dispiace denunciare la latitanza della Soprintendenza che, nell’ultimo incontro promosso dal Comune, non si è presentata all’appuntamento. Abbiamo parlato più volte -spiega Giangiulli- con i responsabili della struttura che ci avevano assicurato come fosse tutto a posto e invece ci sono ancora piccoli disguidi tecnici da sanare.” Per questo Confartigianato spera che il cerchio della burocrazia legata al parco archeologico della Civitella venga chiuso subito per non compromettere il futuro della struttura.

“Che rappresenta un volano economico per il Colle dalla portata indubbia considerando che, con una Civitella pienamente agibile tutto l’anno, è possibile organizzare concerti e spettacoli- riprende Giangiulli- di importanza nazionale ed internazionale che potrebbero dare un sollievo all’economia del centro storico. Ovviamente a patto che le iniziative vengano pianificate in largo anticipo evitando di arrivare con il magone a ridosso degli eventi stessi. E’ in gioco il futuro della nostra città e noi di Confartigianato siamo pronti a scendere il campo per dare una mano concreta alle istituzioni.”

News