info@confartigianato.ch.it

|

0871 330270

Guida pratica all’Email Marketing in 5 step

21/04/2022

L’Email Marketing è uno strumento dall’elevato potenziale comunicativo: è uno dei modi preferiti dagli utenti con cui ricevere comunicazioni dai brand ed è uno dei canali con il più elevato ritorno medio sull’investimento. Questo perché si tratta di una comunicazione “one-to-one”, percepita dall’utente o cliente come esclusiva e personale.
Ma come si fa Email Marketing al giorno d’oggi? Potremmo identificare 7 step chiave per iniziare a impostare e creare campagne email efficaci.

1. Scegli una piattaforma professionale per inviare le tue email

Affidarsi a un servizio di Email Marketing e attivare una piattaforma di invio professionale è il punto di partenza senza il quale non si possono iniziare le attività successive. Questo perché le piattaforme professionali di invio email rispettano gli standard di sicurezza e garantiscono ai tuoi invii la sicurezza di essere recapitati ai destinatari senza finire in Spam.

Esistono tante piattaforme sul mercato tra le quali scegliere. Se stai iniziando a fare Email Marketing però, il consiglio è quello di affidarsi a strumenti in primo luogo facili, intuitivi e che assicurino supporto e interfaccia in italiano per poter familiarizzare con l’Email Marketing avendo un’assistenza garantita e uno strumento in lingua. In secondo luogo, è importante partire da strumenti che assicurino elevati tassi di recapito ai tuoi invii, per poter consolidare la propria affidabilità come mittente. Per entrambi i casi, puoi rivolgerti a una piattaforma italiana come MailUp, che puoi iniziare ad utilizzare gratuitamente richiedendo una prova a costo zero tramite questo link.

2. Raccogli indirizzi email di qualità e crea la tua lista di destinatari

Una volta scelta la piattaforma, devi poi iniziare a raccogliere gli indirizzi email dei tuoi prospect e clienti e creare il tuo database. Assicurati sempre di rispettare la normativa e il GDPR e raccogli gli indirizzi chiedendo sempre il consenso dell’utente.

Evita di comprare liste da altre aziende: il numero di contatti non è direttamente proporzionale al numero di conversioni. L’importante è raccogliere indirizzi di destinatari realmente interessati alla tua realtà, a prescindere dal numero e dalla quantità.

3. Crea le tue email e ottimizzale per il mobile

Per creare un’email in modo semplice e senza bisogno di conoscenze di codice puoi utilizzare un editor drag&drop, che ti permette di creare template email automaticamente ottimizzati per il mobile usando semplici operazioni di selezione e trascinamento. Piattaforme professionali come quella di MailUp che ti abbiamo citato prima hanno già inclusi editor di questo tipo, ma non solo: MailUp ad esempio offre anche un’ampia libreria di template già pronti all’uso e, a un costo aggiuntivo, puoi richiedere anche un servizio di creazione di template email su misura per te e le tue esigenze, da riutilizzare in futuro ogni volta che vuoi.

4. Preparati a inviare: scrivi oggetto e sommario e fai un controllo sul messaggio

L’oggetto è uno dei fattori più importanti per determinare l’apertura di un messaggio. Insieme al sommario, permette di incuriosire il destinatario e far capire di cosa parla il messaggio, favorendo una conversione. Scrivere un oggetto semplice, conciso e in grado di incuriosire il lettore è una best practice di Email Marketing da non trascurare, come anche effettuare un controllo sull’intero messaggio prima di inviarlo: verifica la correttezza dei link, la presenza di refusi, il mittente e i potenziali rischi contenuti nel messaggio. Per semplificarti il lavoro, la piattaforma di invio email che utilizzi dovrebbe automaticamente presentarti i potenziali rischi dell’email e allertarti prima dell’invio.

5. Analizza i risultati

Dopo l’invio, inizia una delle attività principali per qualsiasi azienda che voglia fare Email Marketing in modo efficace: il monitoraggio dei risultati. Sarà infatti difficile le prime volte creare un’email già perfetta e di successo: il miglioramento arriva con il tempo e, soprattutto, con l’analisi dei risultati, quindi delle metriche dell’email che possono essere migliorate e ottimizzate negli invii futuri.

Nella scelta della piattaforma di Email Marketing, quindi, assicurati che sia messa a disposizione un’area dedicata alle statistiche degli invii. MailUp ad esempio offre statistiche in tempo reale e avanzate, che, seppur in modo molto semplice, mostrano tutti i dettagli di cui hai bisogno per analizzare e migliorare i tuoi invii: tassi di apertura, clic, clic unici per aperture uniche, reattività del destinatario, ore e giorni della settimana di maggiore attività e panoramiche dettagliate sulla composizione del tuo database.

Step extra: formazione e consulenza

Affidarsi a servizi di consulenza o a piattaforme che erogano anche della formazione sui loro strumenti è il consiglio migliore e lo step finale per poter imparare a fare davvero Email Marketing con successo.

Anche in questo caso, nella selezione della tua piattaforma di invio, presta attenzione ai servizi di formazione che questo tipo di soluzioni spesso dedicano ai loro potenziali clienti.

 

MailUp, ad esempio, sta offrendo in questo mese una promozione esclusiva per chiunque chiede una prova gratuita della sua piattaforma: un corso base per imparare a fare Email Marketing con la piattaforma totalmente gratuito e in omaggio. Se ti può interessare, CLICCA QUI per richiedere una prova dello strumento e iniziare il corso.

News